Nuovo decreto del Presidente del Consiglio del 11/03/2020: Il decreto indica ulteriori disposizioni attuative per il contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 (comunemente detto coronavirus) valide per tutto il territorio nazionale. Spostamenti solo per lavoro, necessità o salute da attestare mediante autocertificazione, chiusura di attività commerciali non ritenute di prima necessità fino al 25 marzo (L'elenco si trova nel decreto dell'11 marzo allegato), vietati tutti gli assembramenti di persone.


AUTOCERTIFICAZIONE PER SPOSTAMENTI - DOWNLOAD FILE WORD

AUTOCERTIFICAZIONE PER SPOSTAMENTI - DOWNLOAD FILE PDF


DPCM 11 MARZO 2020

DPCM 09 MARZO 2020

DPCM 08 MARZO 2020

 

 

Viste le numerose richieste pervenute, pubblichiamo alcuni chiarimenti sul DPCM 08/03, contenuti all'interno dell'ordinanza firmata in data 09/03/2020 dal capo della Protezione Civile Angelo Borelli.

Art. 1, comma 1, lettera a)
evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori di cui al presente articolo, nonche' all'interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessita' ovvero spostamenti per motivi di salute. E' consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza;

Tali disposizioni si applicano alle sole persone fisiche. Si considera esclusa ogni applicabilità della misura al transito e trasporto merci ed a tutta la filiera produttiva da e per le zone indicate. Quanto previsto dal medesimo articolo 1, comma 1, lettera a) non vieta alle persone fisiche gli spostamenti su tutto il territorio nazionale per motivi di lavoro, di necessità o per motivi di salute, nonchè lo svolgimento delle conseguenti attività, da attestare mediante autocertificazione. Un divieto assoluto, che non ammette eccezioni, è invece previsto per le persone sottoposte alla misura della quarantena o che sono risultate positive al virus.

 

Art. 1, comma 1, lettera e)
si raccomanda ai datori di lavoro pubblici e privati di promuovere, durante il periodo di efficacia del presente decreto, la fruizione da parte dei lavoratori dipendenti dei periodi di congedo ordinario e di ferie, fermo restando quanto previsto dall'articolo 2, comma 1, lettera r);

Tali disposizioni non prevedono limitazioni all'attività degli uffici pubblici, fermo restando quanto previsto dall'articolo 2, comma 1, lettera r) del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri.

Ci appelliamo alla Popolazione perché segua le indicazioni delle autorità e limiti gli spostamenti superflui.


PUBBLICATO IL DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL 8 MARZO 2020.

Il decreto indica ulteriori disposizioni attuative per il contenimento e la gestione dell'emergenza epdemiologica da COVID-19 (comunemente detto coronavirus) valide per tutto il territorio nazionale.

Gli elementi più importanti sono:

  • Sospensione sino al 15 marzo di tutti i servizi educativi (nidi, asili, scuole, università)
  • Raccomandazione a persone anziane o affette da patologie croniche di non uscire dalla propria abitazione o di farlo solo se è strettamente necessario evitando in ogni caso i luoghi affollati
  • in generale deve essere rispettata la distanza interpersonale di 1 metro tra le persone (esercizi commerciali, attività sportive di base, allenamenti...)

Attenzione: sono previste sanzioni  per il mancato rispetto !

    Sospensione fino al 3 aprile

  • di congressi, riunioni, meeting ed eventi sociali
  • attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimiliati
  • apertura dei musei e luoghi della cultura
  • di manifestazioni, eventi e spettacoli di qualsiasi tipo compresi quelli cinematografici e teatrali che non possano rispettare la distanza di 1 metro tra le persone (fino al 3 aprile)
  • di eventi e competizioni sportive con presenza di pubblico

In allegato il testo completo del Decreto in pdf

DPCM 08 MARZO 2020

 

COMUNICATO STAMPA

L’Amministrazione comunale di Montecchio Maggiore ha avuto conferma da parte dell’Ulss 8 Berica di un caso di contagio da Covid-19 di una persona che ha contattato le strutture sanitarie da un domicilio del territorio castellano, ma che non risulta residente in città. Si tratta di un uomo che ora si trova ricoverato all’ospedale San Bortolo di Vicenza.
Siamo in costante contatto con l’Ulss 8. Le autorità sanitarie ci comunicano che allo stato delle cose non c’è alcun motivo di allarme e non sussiste alcuna emergenza sanitaria nella nostra città. 
Ribadiamo comunque le precauzioni da tenere in questo periodo di diffusione del virus e che riguardano l’intera popolazione italiana, ossia: lavarsi spesso le mani; evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute; non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani; coprirsi bocca e naso se si starnutisce o si tossisce; non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che non siano prescritti dal medico; pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcool; usare la mascherina solo se si sospetta di essere malato o si assiste persone malate; qualora non necessario, evitare luoghi chiusi e di aggregazione.
 
Il Sindaco,
Gianfranco Trapula.

 

Pubblicata  nuova ordinanza firmata stasera dal Presidente del Consiglio

Leggi qui

Diventa Volontario


Partecipa alle nostre iniziative e cresci con noi. Contattaci per avere maggiori informazioni.

Leggi tutto...

Sostieni la nostra attività


Sapevi che puoi sostenere l'attività di un'associazione della TUA CITTA' senza spendere un centesimo???

Maggiori informazioni...

Vai all'inizio della pagina

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.